Presentazione

“I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e
critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze sia adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, sia coerenti con le capacità e le scelte personali” (tratto dall’art. 2, comma 2 del Regolamento in vigore recante “Revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei …” del 15/03/2010). In particolare, “il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della cultura umanistica. Favorisce una formazione letteraria, storica e filosofica idonea a comprenderne il ruolo nello sviluppo della civiltà e della tradizione occidentali e nel mondo contemporaneo sotto un profilo simbolico, antropologico e di confronto di valori. Favorisce l’acquisizione dei metodi propri degli studi classici e umanistici, all’interno di un quadro culturale che, riservando attenzione anche alle scienze matematiche, fisiche e naturali, consente di cogliere le intersezioni fra i saperi e di elaborare una visione critica della realtà. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze a ciò necessarie”.

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, come indicano le Linee Guida Ministeriali, dovranno:

Il titolo di studio offerto dal Liceo Classico dell’Istituto Arici consente l’iscrizione a qualsiasi facoltà universitaria, grazie alla solida formazione di base, al senso critico e all’elasticità mentale maturati nel corso dei cinque anni. Anche quanti accedono a facoltà universitarie scientifiche proseguono gli studi senza particolari difficoltà. In ogni caso, nel nostro Istituto è stato potenziato l’insegnamento delle discipline scientifiche anche in ottica della preparazione ai test universitari, per rispondere maggiormente ai bisogni degli alunni che non intendono scegliere facoltà prettamente umanistiche o desiderano inserirsi direttamente nel mondo del lavoro.